Arcnaut 2003 - 2004

Il Progetto ARCNAUT  (www.arcnaut.it) nasce nell’ottobre del 2003 in seguito alla costituzione di un team di ricerca coordinato da Mario Canali e Gianna Porciani per l’associazione culturale RELOAD.

ARCNAUT è frutto della riflessione sulle implicazioni pratiche e concettuali legate alla realizzazione delle installazioni interattive.
Nasce dall’esigenza di un approfondimento delle connessioni possibili tra paradigmi scientifici emergenti e i risultati e le prospettive di un’arte volta alla ricerca di nuove interfacce tecnologiche che permettono un incontro con la propria dimensione interiore.

Il progetto si definisce per un orientamento filosofico in cui vocazione artistica e visione scientifica convergono attraverso la pratica e la tecnica per promuovere un dibattito aperto tra le discipline del sapere.
Esplora attraverso quesiti, problemi e visioni l’interazione tra arte, tecne e filosofia.
Coinvolge ricercatori, artisti, filosofi e scienziati disposti a tentare di delineare una possibile “fenomenologia del futuro”.
 
Nascono così da un lato gli appuntamenti filosofici, cui prendono parte alcuni dei protagonisti della scena culturale italiana tra cui Giulio Giorello, Edoardo Boncinelli, Umberto Bottazzini e Paolo Rossi, e dall’altra progetti come KORAZONE, il primo sistema di bio-illuminazione direttamente collegato al battito cardiaco.